Un.i.c.a. Taxi Firenze
Unione Italiana Conducenti Autopubbliche - Firenze

COMUNICATO SINDACALE 20-05-2016 - Non sono i tassisti o gli autisti dell'ATAF i responsabili della crisi della viabilità di Firenze

Data: 
13/06/2016
I rappresentanti sindacali di Unica Taxi - CGIL , Sitafi Federtaxi Cisal, Confartigianato Taxi, Uritaxi e UIL Trasporti taxi di Firenze condividono le affermazioni sulla situazione della viabilità cittadina fatte da ATAF. I cantieri delle due linee della tranvia, oltre agli altri innumerevoli cantieri di manutenzione e restauro sparsi in tutta la città impediscono al servizio di trasporto pubblico, di linea e non di linea, di svolgere il proprio lavoro in maniera efficiente. La presenza dei cantieri è un fatto innegabile, come è innegabile la ripercussione sulla viabilità. Se a queste difficoltà si aggiunge che invece di favorire il trasporto pubblico tutelando le corsie preferenziali queste sono drasticamente diminuite, non si può pensare che gli utenti possano continuare a preferire l'autobus o il taxi per i propri spostamenti. Oltre a ciò non cessa la campagna denigratoria della stampa contro lavoratori che cercano ogni giorno di fornire un servizio alla città. Asserire che dal 13 al 16 maggio il servizio taxi non sia stato efficiente è a dir poco pretestuoso se si tiene presente che in quei giorni in città si sono verificati diversi eventi: dalla "deejay teen" alla manifestazione contro l'inceneritore, che da sola ha coinvolto 15000 persone. Ogni giorno gli operatori del trasporto pubblico si ritrovano a lavorare in una situazione di quasi totale paralisi. Quando per ore e ore, per esempio, la rotonda della stazione è completamente bloccata non è eticamente corretto puntare gli obbiettivi sulle persone che attendono alla stazione senza fare lo stesso col traffico immobilizzato a pochi metri. L'amministrazione, in questo caso, invece di esporre oggettivamente le cose e tentare di migliorare la situazione, pensa solo a scaricare le proprie responsabilità sui lavoratori assecondando le campagne mediatiche e dirottando sui soliti "capri espiatori" le colpe. Le cooperative taxi di Firenze stanno mettendo in campo le 30 auto delle licenze temporanee, presto vi sarà il bando di concorso per le nuove 70 licenze taxi totalmente elettriche, e questo senza che vi sia ancora una infrastrutturazione dedicata. I tassisti fiorentini stanno facendo più del loro dovere, non è ai tassisti o agli autisti dell'ATAF che ci si deve rivolgere per individuare le responsabilità della crisi della viabilità di Firenze.

UNICA TAXI CGIL, SITAFI Federtaxi CISAL, Confartigianato TAXI, URITAXI, UIL Trasporti TAXI

Firenze 20 maggio 2016