Un.i.c.a. Taxi Firenze
Unione Italiana Conducenti Autopubbliche - Firenze

Pedonalizzazione : cosi' non va ! Utente intervieni anche tu!

Data: 
18/06/2011

I provvedimenti che saranno adottati in materia di pedonalizzazione ( una cosa positiva se ben realizzata) cosi' come sono stati presi non vanno bene.

Intere fasce di clienti, residenti fiorentini principalmente,  non possono essere serviti come prima; non si puo' prelevarli dalle loro abitazioni, non vi possono essere condotti; alcuni servizi situati in quelle aree diventano non fruibili.

Risultano altresi'  " danneggiati"  gli esercizi commerciali nelle aree interdette al servizio taxi ; vengono eliminate e/o ridotte le storiche aree di parcheggio dove il cittadino trovava il taxi

Tra l'altro ,come al solito in questa societa' "moderna" , chi piu' ci rimettera' saranno gli anziani, le donne incinte, i portatori di handicap, insomma le fasce piu' deboli della societa'.

Contestualmente una serie di percorsi che attraversavano le aree interessate risultano o non piu' eseguibili o lo sono a costo di giri tortuosi e che fanno oltremodo perdere tempo

C'e' quindi un complessivo peggioramento della possibilia' di erogazione di un servizio taxi  rapido, efficiente ed efficace.

Eppure le soluzioni esistevano ed esistono.

Bastava  tenere maggiormente conto che il taxi e' un servizio di tipo collettivo pubblico.

Ad esempio i "superstiti" percorsi del TPL Bus potevano essere caratterizzata con la  dizione " percorsi riservati ai servizi per il trasporto collettivo pubblico" ;con questa semplice definizione che individua ATAF, taxi e NCC,  le problematiche si sarebbero (pur non scomparendo) ridotte .

Esiste un'ulteriore problematica: chi spieghera' all'utente, magari in difficolta', che bisogna lasciarlo a piedi in mezzo alla strada? chi rimane "in prima linea", da solo di fronte ad utenti che alcune volte sono esasperati - per non dire peggio - ? Il solito "solo" tassista che diviene , oggettivamente ,  un possibile bersaglio al risentimento.

Per questo chiederemo al Prefetto di intervenire per evitare spiacevoli situazioni

La categoria , attraverso i suoi rappresentanti sindacali, ha svolto una certosina opera di convincimento nei confronti delle autorita' amministrative ma al momento niente da fare.

Chiediamo quindi a tutti i cittadini , ai nostri utenti, di intervenire.

Telefonate, faxate, mandate messaggi email al Sindaco, al Vicesindaco, all'assessore e al dirigente alla mobilita' per sollecitare un'inversione di rotta, soluzioni corrette e possibili.

Nell'allegato volantino i numeri di telefono e le email degli interessati

Firenze 18 giugno 2011

Direttivo UNICA TAXI Firenze 

AllegatoDimensione
Volantino UTENZA NUM TELl.doc26 KB