Un.i.c.a. Taxi Firenze
Unione Italiana Conducenti Autopubbliche - Firenze

"sbagliare e' umano...perseverare e' diabolico " ,,, Lucio Annea Seneca il vecchio ( 55 a.C. - 40 d.C.)

Data: 
09/09/2010

da La nazione del 9 settembre 2010 - cronaca fiorentina - pag. 15:

All'interno di un articolo riportante dichiarazioni di Eros Cruccolini troviamo inoltre richiamato :  "...In che modo questo scontro sindacale puo' penalizzare gli utenti?  Chi usa il radiotaxi sa bene che paga non solo la corsa, ma anche il percorso che il taxi ha fatto per arrivare fino al luogo richiesto.  Il rischio quindi e' che, pur di far lavorare una licenza "bianca", all'utente possa essere messo in conto un tragitto piu' lungo...."

Niente di piu' falso !  

Il tassametro per regolamento comunale in vigore da moltissimi anni, si accende - per tutti i tassisti - solo al momento di giungere da parte del conducente, sul luogo di prelevamento dell'utente   ( cosidetta modalita' del "bricco" chiuso):  Solo molti anni fa poteva funzionare come dice l'articolo ( cosidetta modalita' del "bricco" aperto).

Quindi non c'e' nessun rischio che all'utente sia messo in conto un tragitto piu' lungo, anzi il tassista ha tutta la convenienza a fare il percorso piu' breve e veloce nell'avvicinamento al luogo di prelevamento dell'utente qualora ci sia in atto una richiesta di servizio con il radiotaxi.

Se ieri veniva da eslamare "poveri comunisti" oggi e' piu' corretto esclamare "poveri cittadini" se rileviamo come politici e amministratori che tutti pensano "esperti e navigati" sembrano non conoscere neanche i regolamenti che essi stessi hanno votato in Consiglio Comunale !

E poiche' l'esternatore di turno e' tra l'altro un utente fedele del taxi affermazioni di quel tipo sulle sue labbra - o suggerite dalle stesse - fanno convenire con il Giulio nazionale ;  " sbagliare e' umano , perseverare e' diabolico ! ".

9 settembre 2010

       Unica Taxi CGIL Firenze